SEI IN > VIVERE GUBBIO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Residence Daniele Chianelli: si conclude con una donazione di 25mila euro, i 4 giorni dell'inaugurazione della nuova ala

4' di lettura
38

Un assegno da 25mila euro. È la donazione che l’amministratore delegato della società L’Abbondanza Srl Supermercati Gala, William Camilletti, ha consegnato al presidente del Comitato per la vita “Daniele Chianelli”, Franco Chianelli. Il Gruppo da anni contribuisce alla causa del Comitato attraverso la collaborazione con i volontari della regione, in particolare dell’alta Umbria, nelle campagne di beneficenza per le vendite di uova di Pasqua e stelle di Natale e con importanti iniziative di solidarietà.

Basti pensare che con questo assegno hanno superato la cifra dei 50mila euro complessivi”. Con la donazione si sono concluse le quattro giornate dedicate all’inaugurazione della nuova ala del residence “Daniele Chianelli” con altri 20 alloggi per ospitare i malati, bambini, adolescenti e adulti, insieme alle loro famiglie, che si aggiungono ai trenta già esistenti. Quattro giorni di intense attività, in cui sono state sfiorate le duemila persone, che hanno visitato la struttura, ma anche quattro giorni dedicati a tanti spunti di riflessione con convegni di grandissimo spessore in cui si sono toccati temi fondamentali come la necessità di una relazione basata sull’empatia e la stretta connessione tra sanità e mondo dell’associazionismo in cui una organizzazione di volontariato come il Chianelli svolge un ruolo fondamentale. Lo ha affermato il direttore generale dell’azienda ospedaliera, Giuseppe De Filippis, che ha parlato del Gruppo multidisciplinare, fortemente voluto da Franco Chianelli, per sostenere e supportare non solo i pazienti, ma l’intero nucleo familiare. “All’inizio, ha ricordato Franco Chianelli, avevamo solo una insegnante per i bimbi e una psicologa.

Oggi, le psicologhe sono quattro, ma c’è anche una neuropsicologa, due psicomotricisti, una assistente sociale, una nutrizionista, una educatrice, due musicoterapeuti, due arteterapeute, una orto-terapeuta, una teatro terapeuta, oltre agli immancabili e preziosi volontari. Tutte figure sostenute dal comitato che collaborano a stretto contatto non solo con i medici e il personale sanitario in generale, ma anche con il servizio religioso e la scuola. Di questi e altri progetti, ha parlato anche il direttore della sanità umbra Massimo D’Angelo che ha ribadito l’impegno della Regione a sostenere il Comitato nel supporto a tutte queste figure. “Una promessa mantenuta, ha commentato Chianelli, sono stato molto insistente e sicuramente noioso, ma devo ringraziare la Regione per questo obiettivo raggiunto, così come il ministro della sanità per un altro incredibile successo: l’arrivo, al più presto dell’acceleratore lineare”. Un’intera giornata di studi, è stata dedicata poi dedicata alla scuola in ospedale e alla stretta collaborazione del comitato con l’intera rete scolastica regionale. Un’occasione per presentare il bellissimo progetto “I colori della speranza” che ha coinvolto le scuole umbre di primo e secondo grado che hanno prodotto disegni dedicati al tema della vita e dell’amore che sono stati trasformati in mattonelle che abbelliscono le pareti del residence.

Straordinari anche le targhe, affisse accanto a tutte le porte di ingresso degli appartamenti della nuova ala, dedicate al mondo dei cartoon e realizzate dal Liceo artistico “Mazzatinti” di Gubbio e il meraviglioso albero della vita dalla scuola media “Mastro Giorgio-Nelli” di Gubbio, ricco di significato. La seconda sessione della giornata invece è stata dedicata alla Scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare. Un’istituzione fondamentale, non solo per le sue pratiche educative e per la continuità scolastica di bambini e adolescenti, ma anche per permettere ai piccoli e giovani malati di “riannodare i fili della vita” come spiegato dalle insegnanti. In questo contesto si inserisce la medicina narrativa introdotta da diversi anni, anche questa con il sostegno del Comitato.

Tanto spazio, infine, al divertimento e alla musica con le bellissime esibizioni del famoso prestigi-attore, Andrea Paris, del bravissimo ventriloquo, Nicola Pesaresi con l’inseparabile scimmietta Isotta, ma anche l’animazione della Pro Loco Campi e la musica della Società filarmonica “I Perseveranti” “Penso sempre, conclude Franco Chianelli, alla piccola Eleonora che mi disse. Con l’amore vinceremo tutti i mali della terra. Quell’amore che apre il cuore ai migliori sentimenti necessari a coinvolgere i volontari e i cittadini a finanziare tutta la costruzione di questa splendida realtà: il Residence “Daniele Chianelli”, nato per ospitare bambini, adolescenti e adulti, malati di tumori, e i loro familiari. Una casa accogliente lontana dalla propria abitazione, talvolta anche dal loro Paese, capace di ricreare vicino al luogo di cura il clima sereno della famiglia unita indispensabile nei momenti più difficili. L’Umbria ha un grande cuore che genera amore, speranza, salute”.

Per Vivere Gubbio  è attivo il servizio di notizie in tempo reale anche su: 
Facebook | Telegram | WhatsApp | X (Twitter) | LinkedIn | Mastodon
Clicca e iscriviti!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2024 alle 15:47 sul giornale del 17 aprile 2024 - 38 letture






qrcode