SEI IN > VIVERE GUBBIO > CRONACA
articolo

Furti in abitazione, arrestate 7 persone. Colpi a segno anche a Gualdo Tadino

3' di lettura
126

Furto

I Carabinieri della Compagnia di Osimo e di Frascati, a Roma, Zagarolo (RM) e Velletri (RM), hanno portato a termine l’operazione denominata “Sorgente”, dando, così, esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Ancona, nei confronti di 7 indagati, ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata ai furti in abitazione.

La complessa attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona e condotta dalla Stazione Carabinieri di Numana, ha avuto inizio nell’ottobre 2022, a seguito della commissione di due furti in abitazione, perpetrati a Sirolo (AN), e ha permesso di individuare un sodalizio criminale, composto da 5 uomini e 2 donne (3 dei quali
cittadini croati), a cui sarebbero attribuibili ben 36 furti, consumati o tentati, nelle regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Marche, Molise, Emilia Romagna, Toscana e Umbria, fino al
marzo 2023.

Le investigazioni hanno evidenziato come gli indagati, tutti dimoranti nell’hinterland romano, si fossero organizzati in due distinte batterie, e, avvalendosi di veicoli fittiziamente intestati a terze persone estranee ai fatti, raggiungessero le località prescelte, al fine di individuare abitazioni o casolari da depredare, prediligendo quelle ubicate in aree isolate o periferiche. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, dopo un breve sopralluogo volto a escludere la presenza dei residenti, gli indagati si introducevano nelle abitazioni, in arco diurno e mediante l’effrazione degli infissi, e, in pochi minuti, arraffavano beni e denaro.

In diverse occasioni sono riusciti ad asportare le casseforti, alcune delle quali successivamente abbandonate e rinvenute dai Carabinieri nel corso delle attività di riscontro. Le incursioni predatorie avvenivano in maniera itinerante, interessando più regioni, e potevano protrarsi anche per alcuni giorni. In una circostanza, a Narni (TR), nel febbraio 2023, gli appartenenti a una delle due “batterie”, per evitare la cattura, in quanto intercettati e inseguiti dai Carabinieri di Terni e Rieti, abbandonavano e incendiavano l’auto su cui stavano viaggiando, per poi darsi alla fuga nelle aree boschive circostanti.

Secondo le contestazioni provvisorie, agli indagati sarebbero riconducibili furti perpetrati
- nelle Marche: nei comuni di Sirolo (AN), Filottrano (AN), Trecastelli (AN), Mondolfo (PU), Montegiorgio (FM);
- in Emilia-Romagna: nei comuni di Civitella di Romagna (FC), Predappio (FC), Cesena (FC), Borgo Tassignano (BO), Sant’Agata sul Santerno (RA);
- in Toscana: nei comuni di Pontassieve (FI), Rigano sull’Arno (FI), San Casciano in Val Di Pesa (FI), Castelfranco di Sopra (AR), Cavriglia (AR), Laterina Pergine Valdarno (AR), San Gimignano (SI), Cinigiano (GR) e Castel del Piano (GR);
- in Abruzzo: a Bucchianico (CH);
- in Umbria: aTerni (TR) e Gualdo Tadino (PG);
- in Campania: a Guardia Sanframondi (BN) e Calvi (BN);
- nel Lazio: a Viterbo, Vetralla (VT), Soriano nel Cimino (VT), Capodimonte (VT) e Formia (LT);
- in Molise: a Larino (CB);
con l’impossessamento di beni il cui valore complessivo è superiore ai 200.000 euro, oltre ai danni causati dalle effrazioni.

Quattro degli arrestati sono stati sorpresi nelle rispettive abitazione e associati alle Case Circondariali di Roma “Rebibbia” e “Regina Coeli”, mentre altri tre indagati, destinatari del
medesimo provvedimento, sono stati raggiunti in carcere, dov’erano già detenuti per altra causa. Il provvedimento eseguito costituisce misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, cui è ammesso mezzo d’impugnazione e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Ricevi su WhatsApp (Info QUI) le notizie di Vivere Gubbio il servizio è gratuito: è sufficiente iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereGubbio oppure aggiungere il numero 376 0317898 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON" allo stesso numero.




Furto

Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2024 alle 10:59 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 126 letture






qrcode