Suoni Controvento: a Fossato di Vico la musica arriva sulle note di “Favolando”, con Francesco Bearzatti e Carmine Ioanna

3' di lettura 11/08/2022 - Dopo Montefalco, dove Karima ha incantato il pubblico di piazza del Comune con un concerto a cielo aperto la Notte di San Lorenzo, Suoni Controvento, festival estivo di arti performative promosso da Aucma con il sostegno della Regione Umbria, della Fondazione Perugia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e di Sviluppumbria, prosegue sabato 13 agosto alle 21 in piazza San Sebastiano a Fossato di Vico dove ad andare in scena sarà “Favolando” che vedrà protagonisti Francesco Bearzatti (sax tenore, clarinetto) e Carmine Ioanna (fisarmonica). L’evento si realizza in collaborazione con il Comune di Fossato di Vico.

Da sempre frequentatore delle musiche più diverse, Francesco Bearzatti si presenta in questo progetto musicale, legato all’omonimo disco, in una veste piuttosto lontana da quella del suo quartetto Tinissima: lo troviamo infatti a duettare con un fisarmonicista irpino, Carmine Ioanna, in nove brani, un terzo dei quali completamente improvvisati e gli altri sulla stessa falsariga, ma approfittando di temi o loro, o tratti dalla musica tradizionale. Il lavoro non nasce per caso, ma è il frutto di due anni di collaborazioni dal vivo, vissute sull'onda di una comune passione per l'improvvisazione e sul divertito piacere di farla senza pregiudizi di genere musicale. E il tipo di formazione, ance e fisarmonica, ha una sua tradizione nobile che tra i tanti annovera in Francia il duo di Richard Galliano e Michel Portal, da noi quello tra Simone Zanchini e Stefano Cantini.

Bearzatti alterna il clarinetto al sax tenore, ma con entrambi mantiene sempre alte la tensione e l'esplosività, pur al variare delle tematiche, sempre in strettissimo dialogo con Ioanna, che interagisce usando la fisarmonica in modo tutto sommato convenzionale, ma anche con un'agilità e una varietà di stilemi encomiabili e perfetti per il contesto. In un lavoro tutto sommato leggero spiccano le intense "No Border" e "Cass Match," tutte basate sul gioco di suoni tra i due, e le tre eccellenti improvvisazioni, ludiche e con qualche suggestiva citazione, la seconda delle quali è anche il momento più pacato e meditativo di “Favolando”, con Bearzatti assai lirico al clarinetto e Ioanna molto bravo ad accompagnarlo quasi mimando un organo. Ingresso euro 5.

Prevendite su TicketItalia Per tutta la durata del Festival, il gruppo Hera multiutility partner di Suoni Controvento, offre biglietti per eventi a pagamento della rassegna. Per usufruire dell'opportunità, occorrerà visitare la sezione dedicata sul sito Hera Comm Controvento (https://heracomm.gruppohera.it/eventi/suoni-controvento), scegliere l’evento che interessa e riempire l'apposito format. Inserendo nome cognome e indirizzo mail, si potrà ricevere il biglietto per lo spettacolo (fino a esaurimento).

“Suoni Controvento” è inserito nel “KeepOn Experience" Circuito KeepOn dei Festival ed è fondatore insieme a Suoni delle Dolomiti (Trentino), Musica sulle Apuane (Toscana), MusicaStelle Outdoor (Valle d’Aosta), Paesaggi Sonori (Abruzzo), RisorgiMarche (Marche), Suoni della Murgia (Puglia), Time in Jazz (Sardegna) della Rete dei Festival Italiani di Musica in Montagna.

Ricevi su WhatsApp (Info QUI) le notizie di Vivere Gubbio il servizio è gratuito: è sufficiente aggiungere il numero 376 0317898 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON" allo stesso numero.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2022 alle 11:05 sul giornale del 12 agosto 2022 - 122 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkyv





logoEV
logoEV