Suoni Controvento si sposta a Gubbio, con il workshop “About music” e la musica della cantante pakistana Arooj Aftab

5' di lettura 01/08/2022 - Grandi emozioni a Suoni Controvento, festival estivo di arti performative promosso da Aucma con il sostegno della Regione Umbria, della Fondazione Perugia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e di Sviluppumbria, che ha chiuso in bellezza questo fine settimana con appuntamenti tra musica e teatro.

Tra gli altri, il suggestivo percorso del naturalista ed esploratore umbro Orazio Antinori, rivissuto nella Grotta di Sant’Agnese attraverso le melodie di Ahmed Tanbouz, accompagnato da Khaled Abu Ajamiya, Fabrizio Discenza e Susanna Cocchi; la violoncellista dei Nirvana Lori Goldston che con le vibrazioni della sua musica ha regalato al pubblico accorso all’auditorium San Cristoforo di Fossato di Vico un concerto unico nel suo genere; Ludovico Einaudi, seduto al pianoforte, che ha condotto gli spettatori di Carsulae in un viaggio onirico in cui perfetta è risuonata l’alchimia tra la musica del maestro e le suggestive “rovine” dell’area archeologica. Grandi applausi anche per l’originale coppia composta da Roberto Mercadini e Guido Catalano che a Montone hanno portato la loro autoironia, mettendosi a nudo tra storie di vita quotidiana, amicizia e confessioni.

Rinviato invece al prossimo 11 settembre l’appuntamento con Davide "Boosta" Dileo, inizialmente previsto per sabato 30 luglio alla Rocca di Braccio di Montone. Il programma prosegue il 3 agosto alle 17.30 a palazzo Ducale di Gubbio con la tavola rotonda Agri_turismo. Lo sviluppo dei territori attraverso i prodotti tipici. L’incontro sarà aperto dai saluti del sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati e dalla presentazione del progetto “Umbria Made. E@t, Drink & Buy”. Interverranno Roberto Morroni (assessore della Regione Umbria alle politiche agricole, tutela e valorizzazione ambientale), Fabio Rossi (presidente Confagricoltura Umbria), Simone Fettuccia (presidente Federalberghi Umbria), Stefano Epifani (presidente Fondazione per la sostenibilità digitale). Modera Giacomo Marinelli Andreoli (direttore Umbria Tv). Ingresso libero. Evento realizzato in collaborazione con la Direzione Regionali Musei Umbria.

Sempre il 3 agosto, alle 21:00, a palazzo Ducale di Gubbio tappa umbra del tour della compositrice e cantante pakistana Arooj Aftab, “Vulture prince”. Il suo suono fluttua tra minimalismo classico e new age, poesia devozionale Sufi e trance elettronica con strutture jazz. Il 3 aprile 2022 ha vinto il premio “Best Global Music” alla 64esima edizione dei Grammy Awards per la sua interpretazione di “Mohabbat”. Prevendite su circuiti Ticketitalia e Ticketone. Evento realizzato in collaborazione con il Comune di Gubbio e la Direzione Regionali Musei Umbria. Arooj Aftab, vincitrice del "Best Global Music Performance" con "Mohabbat" ai Grammy Awards 2022, è una raffinata compositrice il cui suono fluttua tra minimalismo classico e new age, poesia devozionale Sufi e trance elettronica con strutture jazz. Proprio questo suo stile inconfondibile l’ha resa celebre in Pakistan all’inizio degli anni 2000. Successivamente si è trasferita negli Stati Uniti, dove vive attualmente, laureandosi alla prestigiosa Berklee School of Music. Ha all’attivo tre album, “Bird under water” (2015), “Siren islands” (2018) e il suo ultimo lavoro “Vulture Prince” è stato elogiato come una delle migliori uscite del 2021 da testate del calibro di The Guardian, NPR, TIME e ha ricevuto un enorme consenso da parte della critica.

Arooj ha collaborato con artisti di fama mondiale come Meshell Ndegeocello, Esperanza Spalding, DJ/rupture e Abida Parveen solo per citarne alcuni. Ha eseguito la sua musica in luoghi importanti come il Lincoln Center, Highline Ballroom, Le Poisson Rouge e il Museum of Modern Art di New York; è stata anche invitata ad esibirsi in festival come The Big Ears Festival, The Ecstatic Music Festival e SF Jazz Festival. E questo sembra solo l’inizio per lei di una brillante carriera musicale in rapida ascesa. Il 3 agosto e il 4 agosto a palazzo Ducale si terrà “About music”, workshop di fotografia musicale e di scena con Claudia Ioan, fotografa professionista musicale e di scena, certified by Leica. La musica è un pianeta vibrante e coinvolgente, e nell’esecuzione dal vivo tocca le corde (è il caso di dirlo) più profonde dell’animo.

La fotografia musicale, che la interpreta, dà forma all’inesprimibile, regala visibilità al suono e alla musica che per natura sono invisibili, e fissa per sempre una performance dal vivo che nasce per essere effimera ed è ogni volta unica e irripetibile. La fotografia musicale è un genere fotografico affascinante, che possiede notevoli specificità tecniche e richiede molteplici doti: capacità tecniche che spaziano in più generi fotografici (dal reportage al ritratto), spirito di osservazione, conoscenza delle dinamiche interne degli eventi musicali, rapidità e anticipazione. Se si “sente” interiormente la musica, si “sente” altrettanto profondamente anche la fotografia musicale, che restituisce tutti i tasselli che rendono indimenticabile la performance concertistica.

Evento realizzato in collaborazione con la Direzione Regionale Musei dell’Umbria, Istituto Nazionale di Fotografia, Officine Creative Italiane. Informazioni: 335 316903 - claudiaioan@officinecreativeitaliane.com Inoltre, per tutta la durata del Festival, il gruppo Hera multiutility partner di Suoni Controvento, offre biglietti per eventi a pagamento della rassegna. Per usufruire dell'opportunità, occorrerà visitare la sezione dedicata sul sito Hera Comm Controvento (https://heracomm.gruppohera.it/eventi/suoni-controvento), scegliere l’evento che interessa e riempire l'apposito format. Inserendo nome cognome e indirizzo mail, si potrà ricevere il biglietto per lo spettacolo (fino a esaurimento).

“Suoni Controvento” è inserito nel “KeepOn Experience" Circuito KeepOn dei Festival ed è fondatore insieme a Suoni delle Dolomiti (Trentino), Musica sulle Apuane (Toscana), MusicaStelle Outdoor (Valle d’Aosta), Paesaggi Sonori (Abruzzo), RisorgiMarche (Marche), Suoni della Murgia (Puglia), Time in Jazz (Sardegna) della Rete dei Festival Italiani di Musica in Montagna.

Ricevi su WhatsApp (Info QUI) le notizie di Vivere Gubbio il servizio è gratuito: è sufficiente aggiungere il numero 376 0317898 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON" allo stesso numero.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2022 alle 14:29 sul giornale del 02 agosto 2022 - 114 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/diQ5





logoEV
logoEV